Tu sei qui

Antico Molino Rosso

Versione stampabileVersione PDF

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’istituto Carnacina si punta su lezioni bio

 

Una scelta sostenibile e tutta bio. L’Istituto professionale superiore per i servizi alberghieri e della ristorazione (Ipsar) Luigi Carnarcina punta sul naturale: farine, semi e multi graminacee provenienti da agricoltura biologica.

Sottolinea il dirigente scolastico Eugenio Campara: «È iniziata la collaborazione con l’Antico molino rosso di Buttapietra. Nel programma di studio del corso, sia triennale sia quinquennale, è inclusa la materia “Laboratorio di enogastronomia” che prevede la realizzazione di pietanze, ma anche di prodotti dolciari e da forno. La scuola ha così pensato di iniziare tale rapporto per poter usare nelle preparazioni di cucina e sala farine e materie prime da agricoltura biologica. Abbiamo così contattato questo produttore veronese come primo passo in tale direzione. Ci invierà, mensilmente, secondo le nostre esigenze, farine provenienti anche da frumenti di varietà antiche». L’azienda infatti da otto anni lavora nel campo del recupero di antiche varietà di cereali. «La collaborazione include poi momenti formativi nel triennio, anche per far comprendere ai nostri studenti l’importanza di un’alimentazione sana che si raggiunge anche assumendo il giusto equilibrio di fibre minerali e vitamine, fattore rilevante viste le tendenze di molti ad abitudini scorrette e considerando le molte intolleranze alimentari». B.B.

da L'Arena del 21.11.2016