Venerdì 29 aprile 2011 l’istituto professionale “Luigi Carnacina” di Bardolino ha aperto le sale del proprio reparto di pratica professionale ad un pubblico esterno per un incontro conviviale su prenotazione.

Genitori degli studenti, parenti, amici, personale della scuola e tutti coloro che hanno aderito alla proposta hanno potuto trascorrere una serata “di gusto” in un ambiente diverso, avvicinandosi e conoscendo così la realtà operativa dell’Istituto.

La cena è stata ideata ed organizzata come attività prevista da un Progetto inserito nel POF dell’Istituto con l’obiettivo di avviare una apertura della scuola verso l’utenza esterna in un interscambio e contatto con il territorio, invitato a conoscere e condividere la qualità dell’azione didattica-formativa professionalizzante fornita agli alunni.

Per il corrente anno scolastico il progetto ha previsto il coinvolgimento degli studenti delle classi terze che, guidati dai loro docenti, il prof. Ciro De Maio per il reparto cucina e il prof. Angelo Meli per il reparto servizio di sala-bar, si sono prodigati per deliziare gli ospiti con piatti della cucina tradizionale e internazionale curati fin nei minimi dettagli sia nella presentazione che nel servizio.

Gli ospiti intervenuti, il cui numero ha largamente superato le 100 persone , tra cui l’assessore alla istruzione del Comune di Bardolino e i Comandanti dei reparti delle Forze dell’Ordine, sono stati accolti dagli studenti del settore Ricevimento che li hanno indirizzati verso la sala “Sabaini” dove era allestito il buffet degli antipasti.

Tra frutta intagliata e decorazioni floreali, l’antipasto proposto è stato a base di “finger food”: pizzette, involtini di carne e formaggi, cucchiaini e piattini monoporzione ripieni di crostacei e verdure, crostini, vol –o –vent di gusti diversi che hanno permesso di “spizzicare” a volontà tra piccole porzioni colorate in una varietà di sapori e colori appaganti sia per la vista che per il gusto.

Trasferitisi ai tavoli assegnati, gli ospiti hanno ricevuto il benvenuto da parte del Dirigente Scolastico prof. Loriano Turolla e della prof.ssa Annalisa Lonardi che ha curato la progettazione e l’organizzazione dell’evento.

E’ stata quindi servita come entrée una crema di sedano rapa con gamberi flambati in sala dagli studenti, seguita da un pasticcio di melanzane preparato con scamorza affumicata e pomodorini Pachino e profumato al basilico.

Come piatto principale è seguita una millefoglie di Angus con crema di patate e fagiolini al bacon e per finire un dessert a base di cheese Cake con frutti di bosco e carpaccio di ananas al Grand Marnier.

Il servizio è stato “all’italiana”, cioè impiattato nella cucina dagli chefs che hanno curato la presentazione di ogni portata.

L’evento è stato per gli studenti occasione di operare in un contesto non puramente scolastico che li ha posti di fronte ad una realtà con la quale si dovranno misurare nella loro futura professione.

Hanno avuto quindi modo di dimostrare le competenze professionali operative acquisite alla fine del loro percorso scolastico professionalizzante che prevede, ancora per i prossimi due anni, oltre l’esame di stato al termine del quinto anno, l’esame per la qualifica professionale di operatore nel settore di indirizzo al termine del terzo anno.

Gli ospiti sono stati anche intrattenuti , tra una portata e l’altra, da uno studente - prestigiatore che li ha stupiti con i suoi originali e divertenti giochi di prestigio.

Ne è risultata una atmosfera cordiale e rilassata, all’insegna del buon gusto e della simpatia e i primi commenti degli invitati sono risultati più che positivi.

Tutti questi positivi riscontri, confermano la bontà del progetto e inducono a proseguire su questa strada di apertura verso il territorio.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.